Archivi tag: ovada

Concerto Verena Steffen, Olivier Eisenmann – 19 settembre 2020

Concerto Verena Steffen, Olivier Eisenmann – 19 settembre 2020

Concerto Verena Steffen, Olivier Eisenmann - 19 settembre 2020

Sabato 19 settembre ore 21.00
OVADA, oratorio dell’Annunziata
VERENA STEFFEN, flauto
OLIVIER EISENMANN, organo
XLI Stagione internazionale di concerti sugli organi storici

Secondo la normativa anti Covid-19 per l’accesso ai concerti sarà necessario essere muniti di mascherina ed osservare le distanze previste, ad ogni modo nelle chiese troverete i posti già distanziati come per le celebrazioni liturgiche.
Visto il numero limitato dei posti, specialmente nelle chiese di non estese dimensioni, è caldamente raccomandabile la prenotazione dei posti, telefonando al 3387193623 oppure via mail scrivendo a
letizia.romiti@gmail.com

Sabato 19 settembre alle 21 nell’Oratorio dell’Annunziata di Ovada settimo appuntamento della quarantunesima Stagione sugli Organi storici della provincia di Alessandria , sostenuta dalle Fondazioni CRT, CRAL, SOCIAL, dalla Regione Piemonte e dall’AMAG. Per l’occasione sarà di scena il notissimo duo svizzero formato da Verena Steffen al flauto e da Olivier Eisenmann all’organo “Sersassi”. Il programma propone pagine assai interessanti dal periodo barocco fino al secolo scorso. Si potranno ascoltare le bellissime “Variazioni sulla Follia di Spagna” di Marin Marais (qualcuno ricorderà il magnifico film “Tutte le mattine del mondo”, imperniato proprio sulla figura di questo famoso compositore francese), la stranota “Serenata” di Mozart e l’impegnativa terza Sonata di Haendel in fa maggiore per flauto e basso continuo oltre a pezzi per solo organo. Non mancherà l’omaggio a Beethoven con la Fuga in re maggiore, uno dei rari brani che il sommo musicista volle dedicare all’organo.

Programma
Alessandro Besozzi (1702-1775)
Sonata in  Do maggiore
Andante – Allegro – Larghetto – Allegretto
per flauto e organo

Girolamo Frescobaldi (1583-1643)
Toccata in Fa
per organo

Marin Marais (1656-1728)
Les Folies d`Espagne
per flauto

Johann Nepomuk Hummel (1778-1837)
Preludio in Do minore, op. post. 7
per organo

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Serenata III in Do maggiore KV 439b
per flauto e organo
Allegro – Menuetto – Adagio – Menuetto – Rondo

Ludwig van Beethoven 1770-1827
Fuga in Re maggiore (1783)
per organo

Friedrich Kuhlau (1786-1832)
Adagio della Fantasia in Re maggiore,
op. 38, no 1 (1821)
per flauto

Marian Sawa (1937-2005)
Duetto (2004)
per flauto e organo

Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Sonata in Fa maggiore, op. 1, no 11 HWV 369
per flauto e organo
Larghetto – Allegro – Siciliano – Allegro

Verena Steffen ha iniziato gli studi musicali al Conservatorio di Lucerna conseguendo il diploma di flauto nella classe di Jean Soldan. In seguito si perfeziona con André Jaunet di Zurigo e Heinrich Keller di Winterthur. Ha tenuto concerti nelle principali città svizzere, in Europa (Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia, Estonia, Lituania, Islanda, Inghilterra, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Italia, Polonia, Cecoslovacchia, Russia), in U.S.A ( New York, Monroe, Madison) e Messico, in Singapore, in Nuova Zelanda e in Australia.
Ha al suo attivo registrazioni radiofoniche ed ha inciso LP e CD. Particolarmente si esibisce col parnter Olivier Eisenmann all`organo in varie tournées ed in Festival nonché nelle cattedrali di Montpellier, Brusselle, Bruges, Lund, Göteborg, Karlstad, Linköping, Kalmar, Tampere, Kuopio, Aquisgrana, Klagenfurt, Salisburgo e Porto.

Nato a Zurigo, Olivier Eisenmann ha iniziato lo studio del pianoforte con il padre, il compositore Will Eisenmann, e in seguito al Conservatorio di Lucerna con Sava Savoff. Contemporaneamente agli studi organistici con Eduard Kaufmann, organista della „Hofkirche“ di Lucerna, ha seguito lo studio della Scienza conseguendo il grado di dottore all`Università di Zurigo. Ha svolto attività concertistica come pianista e poi come organista nelle più importanti città: duomi di Aquisgrana, Colonia, Treviri, Fulda, Dresda (anche Frauenkirche e Kreuzkirche), Passavia, Würzburg, Amburgo e Berlino, nelle cattedrali di Ginevra, Losanna, San Gallo, Vienna (Santo Stefano), Salisburgo, Graz, Oslo, Copenhagen, Stoccolma, Turku, Helsinki, Riga, Varsavia, Danzica, Rotterdam, Haarlem, Digione, Parigi (Notre-Dame e St-Sulpice), Cahors, Montpellier, Brusselle, Porto, Siviglia, Barcelona, Padova, Lucca, Ravenna (Basilica di S.Vitale), Dublino, Londra (St.Paul), York (Minster), Lincoln, Chester, inoltre in quasi tutti duomi svedesi, in Pietroburgo, Kasan (Russia), Tallin, Vilnius, L`Aja, Lione, Alessandria, Ferrara, Bologna, Parma, Cagliari, Palermo, Madrid, Budapest, Lubiana, Bratislava, Praga, Cracovia, Monaco di Baviera etc.
Si è esibito anche in USA (New York, Washington D.C., Boston, Chicago, Memphis, Seattle etc.), Islanda, Australia (Melbourne, Camberra, Sydney), Nuova Zelanda, Messico City, nel Hong Kong Arts Festival, nel Festival d`Avignon e nel Festival Internazionale di Musica Lucerna e nei Festival Internazionali d`organo a Mosca, Niscni Novgorod, Ufa (Russia) e Jalta, Minsk (Filarmonia), Oliva (Polonia), Ragusa, Napoli, Roma, Verona, Torino, Palma di Maiorca, Bonn (Münster), Rostock, Helsingör, Košice (Slovacchia), Brusselle, Anversa e Gent (Belgio), San Paolo (Brasile), Montevideo (Uruguay), Buenos Aires (Argentina) e nelle cattedrali di Morelia e Guadalajara (Messico). Inoltre ha svolto attività solistica in qualità di organista in concerti sinfonici con l`Orchestre de la Suisse Romande, la Deutsche Bachorchester Ratzeburg, la Filarmonia statale di Košice, la Südwestdeutsche Philharmonie, Singapore Symphony Orchestra a Singapore e diversi altri complessi orchestrali. Ha effettuato numerose registrazioni radio-televisive in Svizzera, Spagna, Svezia, Finlandia, Germania, Austria, Slovenia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Bielorussia, Russia, Brasile e Singapore, oltre a 21 incisioni discografiche, compresi 9 CD.
Per tanti anni Olivier Eisenmann è stato membro direttore dell`Associazione della Musica Contemporanea (Sezione Svizzera Centrale) e professore al Liceo di Zug. Gli sono stati affidati conferenze su musica d`organo presso diverse accademie, p.es. a Herford, Sydney, Mosca e Niscni Novgorod, e recentemente dava un masterclass al Conservatorio Statale di Musica a Parma. Inoltre pubblica in riviste musicale. 2014 fu distinto dalla sua residenza comunale colla „Weggiser Rose“ per la sua attività mondiale come concertista e „ambasciatore musicale“.

Concerto Verena Steffen, Olivier Eisenmann – 19 settembre 2020

Concerto Verena Steffen, Olivier Eisenmann – 19 settembre 2020

Concerto Verena Steffen, Olivier Eisenmann - 19 settembre 2020

Sabato 19 settembre ore 21.00
OVADA, oratorio dell’Annunziata
VERENA STEFFEN, flauto
OLIVIER EISENMANN, organo
XLI Stagione internazionale di concerti sugli organi storici

Secondo la normativa anti Covid-19 per l’accesso ai concerti sarà necessario essere muniti di mascherina ed osservare le distanze previste, ad ogni modo nelle chiese troverete i posti già distanziati come per le celebrazioni liturgiche.
Visto il numero limitato dei posti, specialmente nelle chiese di non estese dimensioni, è caldamente raccomandabile la prenotazione dei posti, telefonando al 3387193623 oppure via mail scrivendo a
letizia.romiti@gmail.com

Sabato 19 settembre alle 21 nell’Oratorio dell’Annunziata di Ovada settimo appuntamento della quarantunesima Stagione sugli Organi storici della provincia di Alessandria , sostenuta dalle Fondazioni CRT, CRAL, SOCIAL, dalla Regione Piemonte e dall’AMAG. Per l’occasione sarà di scena il notissimo duo svizzero formato da Verena Steffen al flauto e da Olivier Eisenmann all’organo “Sersassi”. Il programma propone pagine assai interessanti dal periodo barocco fino al secolo scorso. Si potranno ascoltare le bellissime “Variazioni sulla Follia di Spagna” di Marin Marais (qualcuno ricorderà il magnifico film “Tutte le mattine del mondo”, imperniato proprio sulla figura di questo famoso compositore francese), la stranota “Serenata” di Mozart e l’impegnativa terza Sonata di Haendel in fa maggiore per flauto e basso continuo oltre a pezzi per solo organo. Non mancherà l’omaggio a Beethoven con la Fuga in re maggiore, uno dei rari brani che il sommo musicista volle dedicare all’organo.

Programma
Alessandro Besozzi (1702-1775)
Sonata in Do maggiore
Andante – Allegro – Larghetto – Allegretto
per flauto e organo

Girolamo Frescobaldi (1583-1643)
Toccata in Fa
per organo

Marin Marais (1656-1728)
Les Folies d`Espagne
per flauto

Johann Nepomuk Hummel (1778-1837)
Preludio in Do minore, op. post. 7
per organo

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Serenata III in Do maggiore KV 439b
per flauto e organo
Allegro – Menuetto – Adagio – Menuetto – Rondo

Ludwig van Beethoven 1770-1827
Fuga in Re maggiore (1783)
per organo

Friedrich Kuhlau (1786-1832)
Adagio della Fantasia in Re maggiore,
op. 38, no 1 (1821)
per flauto

Marian Sawa (1937-2005)
Duetto (2004)
per flauto e organo

Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Sonata in Fa maggiore, op. 1, no 11 HWV 369
per flauto e organo
Larghetto – Allegro – Siciliano – Allegro

Verena Steffen ha iniziato gli studi musicali al Conservatorio di Lucerna conseguendo il diploma di flauto nella classe di Jean Soldan. In seguito si perfeziona con André Jaunet di Zurigo e Heinrich Keller di Winterthur. Ha tenuto concerti nelle principali città svizzere, in Europa (Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia, Estonia, Lituania, Islanda, Inghilterra, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Italia, Polonia, Cecoslovacchia, Russia), in U.S.A ( New York, Monroe, Madison) e Messico, in Singapore, in Nuova Zelanda e in Australia.
Ha al suo attivo registrazioni radiofoniche ed ha inciso LP e CD. Particolarmente si esibisce col parnter Olivier Eisenmann all`organo in varie tournées ed in Festival nonché nelle cattedrali di Montpellier, Brusselle, Bruges, Lund, Göteborg, Karlstad, Linköping, Kalmar, Tampere, Kuopio, Aquisgrana, Klagenfurt, Salisburgo e Porto.

Nato a Zurigo, Olivier Eisenmann ha iniziato lo studio del pianoforte con il padre, il compositore Will Eisenmann, e in seguito al Conservatorio di Lucerna con Sava Savoff. Contemporaneamente agli studi organistici con Eduard Kaufmann, organista della „Hofkirche“ di Lucerna, ha seguito lo studio della Scienza conseguendo il grado di dottore all`Università di Zurigo. Ha svolto attività concertistica come pianista e poi come organista nelle più importanti città: duomi di Aquisgrana, Colonia, Treviri, Fulda, Dresda (anche Frauenkirche e Kreuzkirche), Passavia, Würzburg, Amburgo e Berlino, nelle cattedrali di Ginevra, Losanna, San Gallo, Vienna (Santo Stefano), Salisburgo, Graz, Oslo, Copenhagen, Stoccolma, Turku, Helsinki, Riga, Varsavia, Danzica, Rotterdam, Haarlem, Digione, Parigi (Notre-Dame e St-Sulpice), Cahors, Montpellier, Brusselle, Porto, Siviglia, Barcelona, Padova, Lucca, Ravenna (Basilica di S.Vitale), Dublino, Londra (St.Paul), York (Minster), Lincoln, Chester, inoltre in quasi tutti duomi svedesi, in Pietroburgo, Kasan (Russia), Tallin, Vilnius, L`Aja, Lione, Alessandria, Ferrara, Bologna, Parma, Cagliari, Palermo, Madrid, Budapest, Lubiana, Bratislava, Praga, Cracovia, Monaco di Baviera etc.
Si è esibito anche in USA (New York, Washington D.C., Boston, Chicago, Memphis, Seattle etc.), Islanda, Australia (Melbourne, Camberra, Sydney), Nuova Zelanda, Messico City, nel Hong Kong Arts Festival, nel Festival d`Avignon e nel Festival Internazionale di Musica Lucerna e nei Festival Internazionali d`organo a Mosca, Niscni Novgorod, Ufa (Russia) e Jalta, Minsk (Filarmonia), Oliva (Polonia), Ragusa, Napoli, Roma, Verona, Torino, Palma di Maiorca, Bonn (Münster), Rostock, Helsingör, Košice (Slovacchia), Brusselle, Anversa e Gent (Belgio), San Paolo (Brasile), Montevideo (Uruguay), Buenos Aires (Argentina) e nelle cattedrali di Morelia e Guadalajara (Messico). Inoltre ha svolto attività solistica in qualità di organista in concerti sinfonici con l`Orchestre de la Suisse Romande, la Deutsche Bachorchester Ratzeburg, la Filarmonia statale di Košice, la Südwestdeutsche Philharmonie, Singapore Symphony Orchestra a Singapore e diversi altri complessi orchestrali. Ha effettuato numerose registrazioni radio-televisive in Svizzera, Spagna, Svezia, Finlandia, Germania, Austria, Slovenia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Bielorussia, Russia, Brasile e Singapore, oltre a 21 incisioni discografiche, compresi 9 CD.
Per tanti anni Olivier Eisenmann è stato membro direttore dell`Associazione della Musica Contemporanea (Sezione Svizzera Centrale) e professore al Liceo di Zug. Gli sono stati affidati conferenze su musica d`organo presso diverse accademie, p.es. a Herford, Sydney, Mosca e Niscni Novgorod, e recentemente dava un masterclass al Conservatorio Statale di Musica a Parma. Inoltre pubblica in riviste musicale. 2014 fu distinto dalla sua residenza comunale colla „Weggiser Rose“ per la sua attività mondiale come concertista e „ambasciatore musicale“.

Concerto Gianpaolo Prina – 28 settembre 2019

Concerto Gianpaolo Prina – 28 settembre 2019

Concerto Gianpaolo Prina - 28 settembre 2019

Sabato 28 settembre ore 21, la Stagione fa tappa ad OVADA nell’Oratorio dell’Annunziata dove GIANPAOLO PRINA, organista, organologo e musicologo nativo di Pinerolo, ma da tempo trapiantato a Lucca, farà ascoltare, grazie ad un repertorio che include numerosi autori toscani dalla fine del ‘600 al pieno Ottocento, tutte le sgargianti risorse timbriche ed alcuni “effetti speciali” del bel “Serassi” ivi conservato.

Programma
Agostino Tinazzoli (1660ca. – 1723ca.)
Sonata XIII Post Agnus

Bernardo Pasquini (1637 – 1701)
Variazioni per il paggio Todesco

Johann Jakob Froberger (1616 – 1667)
Partita auff die Mayerin

Da un manoscritto del sec. XVIII-XIX della Biblioteca del Seminario Vescovile di San Miniato (PI):
Anonimo
Elevazione in Do
Luigi Roberto Braccini (1756 – 1791)
Pieno e Sinfonia in Re

Domenico Puccini (1772 – 1815)
Sonata n. 6 in Sol maggiore
Sonata n. 18 in Do maggiore

Luigi Nerici (1831ca. – 1885)
Benedizione
Postcommunio

P. Antonio Casini O.M. (sec. XIX)
Elevazione
Toccata

Gianpaolo Prina ha conseguito presso il Conservatorio «L. Cherubini» di Firenze i diplomi in Organo e Composizione Organistica, Clavicembalo e Composizione (Diploma Accademico di I livello). Ha seguito masterclasses di interpretazione organistica con vari docenti, ed affianca all’attività concertistica l’interesse per la ricerca musicologica ed organologica, collaborando con la rivista Informazione Organistica della Fondazione Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia. Ha partecipato al progetto regionale di catalogazione degli organi storici della Toscana ed ha collaborato con la Commissione Organi presso la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici del Piemonte, in qualità di consulente in merito ad interventi di restauro. È direttore artistico dell’Associa­zione «Domenico di Lorenzo» di Lucca, di cui è tra i soci fondatori.
Laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Pisa, ha poi conseguito il Dottorato di Ricerca presso la Scuola Superiore «S. Anna» di Pisa ed è attualmente docente in ruolo di Matematica e Fisica presso il Liceo Statale «C. Lorenzini» di Pescia.

Concerto Gianpaolo Prina – 28 settembre 2019

Concerto Gianpaolo Prina – 28 settembre 2019

Concerto Gianpaolo Prina - 28 settembre 2019

Sabato 28 settembre ore 21, la Stagione fa tappa ad OVADA nell’Oratorio dell’Annunziata dove GIANPAOLO PRINA, organista, organologo e musicologo nativo di Pinerolo, ma da tempo trapiantato a Lucca, farà ascoltare, grazie ad un repertorio che include numerosi autori toscani dalla fine del ‘600 al pieno Ottocento, tutte le sgargianti risorse timbriche ed alcuni “effetti speciali” del bel “Serassi” ivi conservato.

Continua la lettura di Concerto Gianpaolo Prina – 28 settembre 2019

Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Sabato 7 luglio alle  ore 21 presso l’Oratorio dell’ Annunziata di Ovada, per il ciclo “XXXIX Stagione internazionale di concerti sugli organi storici” coordinata dagli Amici dell’Organo con il sostegno delle Fondazioni CRT, CRAL, SociAl e Piemonte dal Vivo, il noto organista e direttore d’orchestra tedesco Johannes Skudlik interpreterà all’antico organo “Serassi – Bianchi” pagine di Johann Sebastian Bach ( Fantasia e Fuga in la minore BWV 561, attribuita), Samuel Scheidt (Variationen über eine Gagliarda von John Dowland), Wolfgang Amadeus Mozart (Andante KV 616 für eine Walze in eine kleine Orgel), Johann Kaspar Kerll (la celebre Passacaglia in re minore) e di Carl Philipp Emanuel Bach (la monumentale  Sonata in la minorel Wq 70,4)

Programma
Johann Sebastian Bach: Fantasia e Fuga in la minore BWV 561 (1685-1750)
Samuel Scheidt:  Variationen über eine Gagliarda von John Dowland
(1587-1654)
Wolfgang Amadeus Mozart:  Andante KV 616 für eine Walze in eine kleine Orgel(1756-1791)
Johann Kaspar Kerll :  Passacaglia in re minore(1627-1693)
Carl Philipp Emanuel Bach:.  Sonata in la minorel Wq 70,4 (1714-1788)

Johannes Skudlik
Nato nel 1957, dopo aver compiuto gli studi classici si è laureato in organo, direzione e musica sacra presso l´Università di Monaco sotto la guida di Gerhard Weinberger e Franz Lehrndorfer. Come direttore d´orchestra ha ricevuto impulsi privati da Eugen Jochum e Claudio Abbado.
Sin dal 1979 é organista titolare della cattedrale Maria Himmelfahrt di Landsberg/Lech (Baviera) dove ha fondato e dirige il „Landsberg Oratorio Choir“, alcuni altri cori da camera e la „Con-brio Chamber Orchestra“ di Monaco.
Con quest’ultima ha eseguito le più note Messe di Haydn, Beethoven, Schubert, Bruckner e Puccini, nonché la Missa in si minore e la Passione secondo San Matteo di Bach, il Requiem di Mozart, la Messa di Requiem di Verdi, il Deutsches Requiem di Brahms e gli Oratori di Händel, Haydn, Mendelssohn, Dvorak: in queste occasioni ha diretto prestigiosi solisti quali Matthias Görne, Roberto Sacca, Harald Stamm, Marga Schiml, Monica Pick-Hieronimi, Julie Kaufmann, Peter Schreier, Hermann Prey, Aldo Baldin, Monica Frimmer e Peter Lika.
Come direttore d’orchestra, Skudlik è impegnato in numerosi concerti e sinfonie di Mozart, Beethoven (9. Sinfonia) e Bruckner ( Sinfonie 4,7 e 9) Mahler (2 e 4 Sinfonia) con membri dell’Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese , membri della Filharmonia di Berlino e il Orchestra of the Age of Enlightenment (Londra) in Germania, Spagna, Italia, Francia, Grecia e Portogallo.
Come organista e clavicembalista, Johannes Skudlik ha tenuto numerosissimi concerti in tutta Europa, Islanda, Stati Uniti e Giappone (St. Petersburgo: Philharmonia, Tokyo: Concert Hall; Boston: Harvard University; Hong Kong: Philharmonic Orchestra; Monaco: Philharmonic Orchestra; New York: St. Bartholomew´s; Parigi: St. Clotilde; St. Eustacchio, Zurigo: Tonhalle, ed inoltre nelle Cattedrali di Westminster, Siviglia, Salamanca, Amburgo, Colonia, Losanna, Varsavia; e per i festivals di Zurigo, Copenaghen, Milano, Verona, Palermo, Anversa, San Sebastian, Valencia e Porto).
Ha inciso 20 compact disc di organo, clavicembalo e musica da camera (fra cui il „Requiem“ di Verdi ed „Elijah“ di Mendelssohn con l’Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese di Monaco). Come clavicembalista ha registrato le Variazioni Goldberg ed “Il  Clavicembalo ben temperato” di Bach.
Ha effettuato numerose registrazioni per importanti emittenti europee ed americane, fra cui la Rias di Berlino, la WGBH di Boston, la Bavaria TV e Broadcasting, RAI uno Italia e la Televisione polacca.
Dal 2005 Johannes Skudlik è direttore artistico del Festival organistico Europeo “Via Claudia Augusta” con 50 concerti fra Landsberg (Germania) e Venezia e dal 2006 é direttore artistico del Bayerischer Orgelsommer. Johannes Skudlik è il fondatore e direttore dell’ Euro Via Festival “Roma – Santiago”, che è realizzato in 10 nazioni europee ed include i piu famosi luoghi dell´organo come Notre Dame de Parigi, la Cattedrale di Westminster, San Marco di Venezia, la Filarmonia di Berlino.
Johannes Skudlik ha diretto fra altro una esecuzione del concerto per 9 organi e percussioni di Jean Guillou, “La Révolte des orgues”, all’  Arena di Verona il 27 agosto 2012.

Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Sabato 7 luglio alle ore 21 presso l’Oratorio dell’ Annunziata di Ovada, per il ciclo “XXXIX Stagione internazionale di concerti sugli organi storici” coordinata dagli Amici dell’Organo con il sostegno delle Fondazioni CRT, CRAL, SociAl e Piemonte dal Vivo, il noto organista e direttore d’orchestra tedesco Johannes Skudlik interpreterà all’antico organo “Serassi – Bianchi” pagine di Johann Sebastian Bach ( Fantasia e Fuga in la minore BWV 561, attribuita), Samuel Scheidt (Variationen über eine Gagliarda von John Dowland), Wolfgang Amadeus Mozart (Andante KV 616 für eine Walze in eine kleine Orgel), Johann Kaspar Kerll (la celebre Passacaglia in re minore) e di Carl Philipp Emanuel Bach (la monumentale Sonata in la minorel Wq 70,4)

Continua la lettura di Concerto di Johannes Skudlik – 7 luglio 2018

Concerto Johan Hermans – 8 luglio 2017

Il settimo concerto della nuova Stagione si svolgerà sabato 8 luglio alle ore 21 presso l’Oratorio dell’Annunziata a Ovada e avrà come interprete Johan Hermans
all’organo

Si ringraziano Fondazioni CRT, CRAL e SOCIAL, il Conservatorio “Vivaldi” per la preziosa collaborazione che ci aiuta sempre a mantenere elevata l’offerta artistica.

Programma
Abraham Kerckhoven   (1619 – 1701)
Salve Regina, 5 versetti per organo
Verse on the 6th tone (in the style of a canzona francese)
Fantasia del primo tono

Joan Cabanilles (1644 – 1712)
Tiento de mano derecha sobre ‘Ave Maris Stella’

J.P. Sweelinck (1562 – 1621)
Variazioni sul canto studentesco “More Palatino”

John Bull (1563 – 1628)
Salve Regina, 5 versetti organistici

Gherardeschi (1759 – 1815)
Rondò I da “Suonate da organo” [1787]                                              

Philip Glass (° 1937)
Mad Rush

Niccolò Moretti (1763 – 1821)
Sonata VIII ad uso sinfonia

Carlo Fumagalli (1813 – 1901)
dalla “Messa Solenne tratta da opere del celebre G. Verdi e adattata all’ organo da Carlo Fumagalli” :
Versetti per il Gloria da “Traviata
Marcia per dopo la Messa da “Aida”

Johan Hermans è docente di Organo e Musica da Camera presso il Conservatorio di Hasselt (Belgio) ed è organista dell’ organo Cavaillé-Coll della  Chiesa del Sacro Cuore nella stessa città.
È fondatore e direttore artistico del Festival Internazionale di Organo promosso dalle autorià provinciali e nazionali.
Ha studiato organo, Composizione organistica  e storia della musica presso il famoso Istituto Lemmens di Leuven e presso il  Conservatorio Reale di Liège (Belgio), dove ha completato gli studi  con una tesi dal titolo “Retorica ed Affetti nella musica di J.S. Bach”,  ottenendo il diploma superiore (Premio di Virtuosità, “DMA”) in organo e la  premiazione con la State Medal da parte del Governatore della communità francese belga.
Grazie al conseguimento di borse di studio ricevute dalla Comunità fiamminga e francese, ha proseguito il suo perfezionamento seguendo master class internazionali in Francia, in Germania, in Spagna, nei Paesi Bassi ed in Italia.
La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi come solista presso importanti festival in Europa, nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Brasil, Uruguay, Australia, Russia e in Giappone. Invitato ad inaugurare nuovi strumenti, Johan Hermans ha tenuto master class presso diverse università.
Ha inoltre partecipato a numerose incisioni in differenti nazioni e per svariate case discografiche.
Ha realizzato registrazioni per la radio in Belgio, nei Paesi Bassi, in Germania, in Canada, in Polonia, in Spagna, negli Stati Uniti ed in Lettonia ed ha effettuato registrazioni su CD-labels, ricevendo lodevoli riconoscimenti.
I suoi prossimi appuntamenti concertistici saranno presso la Cattedrale Notre Dame di Parigi (Francia), Kaiser Dom a Francoforte (Germania), il municipio a Adelaide (Australia), la Cattedrale st Giles a Edinburgh (Scozia) ed in varie città degli Stati Uniti.
Nell’Aprile 2005 Johan Hermns è stato insignito del titolo di “Arts – Sciences – Lettres” dall’ Academic Society di Parigi.

Concerto Johan Hermans – 8 luglio 2017

04 Johan Hermans

Il settimo concerto della nuova Stagione si svolgerà sabato 8 luglio alle ore 21 presso l’Oratorio dell’Annunziata a Ovada e avrà come interprete Johan Hermans
all’organo

Si ringraziano Fondazioni CRT, CRAL e SOCIAL, il Conservatorio “Vivaldi” per la preziosa collaborazione che ci aiuta sempre a mantenere elevata l’offerta artistica.

Programma
Abraham Kerckhoven (1619 – 1701)
Salve Regina, 5 versetti per organo
Verse on the 6th tone (in the style of a canzona francese)
Fantasia del primo tono

Joan Cabanilles (1644 – 1712)
Tiento de mano derecha sobre ‘Ave Maris Stella’

J.P. Sweelinck (1562 – 1621)
Variazioni sul canto studentesco “More Palatino”

John Bull (1563 – 1628)
Salve Regina, 5 versetti organistici

Gherardeschi (1759 – 1815)
Rondò I da “Suonate da organo” [1787]

Philip Glass (° 1937)
Mad Rush

Niccolò Moretti (1763 – 1821)
Sonata VIII ad uso sinfonia

Carlo Fumagalli (1813 – 1901)
dalla “Messa Solenne tratta da opere del celebre G. Verdi e adattata all’ organo da Carlo Fumagalli” :
Versetti per il Gloria da “Traviata
Marcia per dopo la Messa da “Aida”

Johan Hermans è docente di Organo e Musica da Camera presso il Conservatorio di Hasselt (Belgio) ed è organista dell’ organo Cavaillé-Coll della Chiesa del Sacro Cuore nella stessa città.
È fondatore e direttore artistico del Festival Internazionale di Organo promosso dalle autorià provinciali e nazionali.
Ha studiato organo, Composizione organistica e storia della musica presso il famoso Istituto Lemmens di Leuven e presso il Conservatorio Reale di Liège (Belgio), dove ha completato gli studi con una tesi dal titolo “Retorica ed Affetti nella musica di J.S. Bach”, ottenendo il diploma superiore (Premio di Virtuosità, “DMA”) in organo e la premiazione con la State Medal da parte del Governatore della communità francese belga.
Grazie al conseguimento di borse di studio ricevute dalla Comunità fiamminga e francese, ha proseguito il suo perfezionamento seguendo master class internazionali in Francia, in Germania, in Spagna, nei Paesi Bassi ed in Italia.
La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi come solista presso importanti festival in Europa, nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Brasil, Uruguay, Australia, Russia e in Giappone. Invitato ad inaugurare nuovi strumenti, Johan Hermans ha tenuto master class presso diverse università.
Ha inoltre partecipato a numerose incisioni in differenti nazioni e per svariate case discografiche.
Ha realizzato registrazioni per la radio in Belgio, nei Paesi Bassi, in Germania, in Canada, in Polonia, in Spagna, negli Stati Uniti ed in Lettonia ed ha effettuato registrazioni su CD-labels, ricevendo lodevoli riconoscimenti.
I suoi prossimi appuntamenti concertistici saranno presso la Cattedrale Notre Dame di Parigi (Francia), Kaiser Dom a Francoforte (Germania), il municipio a Adelaide (Australia), la Cattedrale st Giles a Edinburgh (Scozia) ed in varie città degli Stati Uniti.
Nell’Aprile 2005 Johan Hermns è stato insignito del titolo di “Arts – Sciences – Lettres” dall’ Academic Society di Parigi.

Scambio musicale tra Italia e Olanda

Scambio musicale tra Italia e Olanda

Cécile Prakken, flauto traverso (Olanda)
Aart Bergwerff, organo (Olanda)

Girolamo Frescobaldi (1583 – 1643)
Toccata quinta sopra i pedali e senza, dal Secondo Libro di Toccate (1627) per solo organo

Jean Baptiste Loeillet de Gant (1680 – 1730)
Sonata in la minore
Adagio, Allegro, Adagio, Allegro per flauto e organo

Gaetano Donizetti (1797 – 1848)
Grande Offertorio

Diogenio Bigaglia (1676 – 1745)
Sonata op. 1, n° 8
Adagio, Allegro, Adagio, Allegro per flauto – organo

Antonio Vivaldi (1678 – 1741)
Concerto in Re maiore, op. 3 nr. 9 (trascritto per l’organo per J.S. Bach BWV 972)
Allegro – Largo – Presto

Johannes Schenck (1660 – 1710?)
Trio Sonata op. 3, n° 6 da: “Il Giardino Armonico” II op. 3
Vivace, Allegro, Adagio, Allegro per flauto e organo

Simeon ten Holt (1923 – 2012)
arr. Aart Bergwerff
Tema dal Canto Ostinato

 

Scambio musicale tra Italia e Olanda – 9 luglio 2016

Il terzo appuntamento della XXXVII Stagione internazionale di concerti sugli organi storici sarà il 9 luglio alle ore 21 a OVADA nell’Oratorio dell’Annunziata

Interpreti
Cécile Prakken, flauto traverso (Olanda)
Aart Bergwerff, organo (Olanda)

La rassegna è stata realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito della Scadenza Unica 2016 Performing Arts.

Si ringraziano Fondazioni CRT, CRAL e SOCIAL, il Conservatorio “Vivaldi” per la preziosa collaborazione che ci aiuta sempre a mantenere elevata l’offerta artistica. Continua la lettura di Scambio musicale tra Italia e Olanda – 9 luglio 2016