Archivi tag: alessandria

Concerto Orchestra del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria – 31 ottobre 2018

Concerto Orchestra del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria – 31 ottobre 2018

mercoledì 31 ottobre, ore 21
ALESSANDRIA, Auditorium del Conservatorio “A. Vivaldi”
ORCHESTRA DEL  CONSERVATORIO “A. VIVALDI” DI ALESSANDRIA
ROBERTO BERZERO, direttore
DANILO MARENCO, organo (neodiplomato del Conservatorio  “A. Vivaldi”)

Programma
G.F.HAENDEL (1685 – 1759)
Ouverture da “La Regina di Saba”
ROBERTA NOBILE, primo flauto
GABRIELE LA VENIA, secondo flauto

J.S.BACH (1685 – 1750)
Suite n.2 in si minore   per flauto, archi e cembalo BWV 1067 “Badinerie”
(Ouverture-Rondò-Sarabanda-Bourrée I e II- Polonaise, Double- Minuetto-Badinerie)
ROBERTA NOBILE, flauto solista

G.Puccini (1858 – 1924)
Crisantemi

Poulenc (1899 – 1963)
Concerto per organo, orchestra d’archi e timpani

ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO “A. VIVALDI” DI ALESSANDRIA
Composta da oltre 50 strumentisti, l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio A.Vivaldi di Alessandria  costituisce una delle espressioni più complete dell’istituzione. In essa convergono studenti dei Corsi Ordinamentali e dei Corsi di Laurea di I e II livello. Le Esercitazioni Orchestrali sono disciplina obbligatoria negli anni della maturità formativa dei giovani musicisti. Per tale motivo tutte le manifestazioni costituiscono un’opportunità indispensabile per gli studenti coinvolti, finalizzata alla professione futura, nonché momento di condivisione per il sempre numeroso pubblico. Il percorso annuale si chiude di con il consueto concerto di fine anno accademico  ad  Alessandria, con successive  repliche, che negli anni ha visto la compagine ospite di Teatri e Associazioni in Liguria, Piemonte e Toscana. Il repertorio spazia dal Barocco al Novecento con esibizioni solistiche dei migliori allievi, solisti ospiti e, in alcune occasioni, anche docenti. L’Orchestra si produce anche in formazioni specialistiche da camera, cui va il merito di divulgare specifici repertori. Ne è esempio la partecipazione al Concorso di Contrabbasso  “Werther ed Emilio Benzi”. Buona inoltre la discografia che comprende compositori quali Alessandro Cicognini,  autore della colonna sonora dei film ispirati ai racconti di Giovannino Guareschi, edito dalla Bixio, nonché sigla di “Incominciamo bene”, trasmissione di Rai 3 condotta da Michele Mirabella nel 2012. Da alcuni anni, in occasione del concerto finale, sono presenti giovani strumentisti della University of Georgia con cui si svolge abitualmente un proficuo scambio con il nostro conservatorio.
La  direzione dell’Orchestra Sinfonica è affidata  a  Marcello Rota.

Roberto Berzero è docente di ruolo di Musica Corale e Direzione di Coro  al Conservatorio Statale di Musica della città di Alessandria. Nello stesso Conservatorio si è diplomato in pianoforte con i maestri G. Binasco e V. Massaza; ha poi conseguito il diploma di Direzione di Coro e Musica Corale presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida dei maestri F. Monego e B.Zanolini. Ha studiato composizione con i maestri C. Mosso, B. Bettinelli e S. Bianchera. Ha frequentato i corsi di perfezionamento vocale e stilistico per la musica  del periodo rinascimentale e barocco tenuti da Cristina Miatello presso la Scuola Civica di Milano.
Ha frequentato il Biennio alla Italian Conducting Academy dove si è diplomato in Direzione d’Orchestra con il M.° Gilberto Serembe.
Ha cantato nel Coro dei Ragazzi diretto da Gerard Smith Gaden al Teatro alla Scala di Milano,ha collaborato come cantante contraltista  nel Gruppo Vocale Almagesto (diretto da Bruno Raffaele Foti) e nell’Ensemble Concerto (diretto da Roberto Gini), ha partecipato,ad alcuni concerti e relative incisioni discografiche (AMADEUS) per le celebrazioni monteverdiane svolte a Cremona.
E’ stato il fondatore e direttore del Coro Nova Harmonia, del Coro di Voci Bianche del Conservatorio di Cuneo e delle Voci Bianche “Lietocanto” di Mortara (PV). Ora dirige il Coro di Voci Bianche  e l’Ensemble Giovani Voci Femminili del Conservatorio di Musica di Alessandria; il Gruppo Vocale Polycantus con il quale ha inciso il Cd “Mater Christi” contenente le 4 Antifone Maggiori della Madonna da lui stesso composte per Coro da 4 a 9 voci.
Ha seguito e collaborato inoltre con il M.° Nicola Conci ( già direttore del Coro di Voci Bianche del Teatro  alla Scala di Milano e dei Minipolifonici di Trento), con lo scopo di approfondire alcuni aspetti della tecnica vocale infantile.
Ultimamente è stato impegnato,  oltre che nella conduzione di importanti composizioni sinfoniche di diversi autori, anche  nella direzione dell’Ottava sinfonia di Beethoven e nella sinfonia “Praga” di Mozat.
Recentemente ha diretto l’Orchestra d’archi del Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria nel Concerto di chiusura de “I mercoledì  del Conservatorio” (Maggio 2013).
Con la stessa formazione ha diretto il Concerto di inaugurazione della XXXV Stagione Internazionale di concerti sugli organi storici (Giugno 2014).

Danilo Marenco inizia gli studi musicali in giovane età, laureandosi in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione studiando con Andrea Carcano, e in Organo e Composizione Organistica col massimo dei voti sotto la guida di Daniele Boccaccio. Ha partecipato a masterclass di perfezionamento tenuti da Bruno Canino, Bart Van Oort, Gianluca Cascioli, Lilya Zilberstein, Jeffrey Swann, Andrea Lucchesini, Francesco Nicolosi e Pietro De Maria. Ha suonato in varie rassegne e concerti nelle città di Torino, Genova, Cremona, Alessandria, Athens (USA), e ha collaborato con diverse corali, orchestre e formazioni cameristiche. Attualmente si perfeziona in pianoforte con Giovanni Bellucci presso l’Istituto Monteverdi di Cremona.

Concerto di Ensemble Berlin e Hedwig Bilgram – 21 ottobre 2018

Concerti d'organo 2018 - Ensemble BerlinConcerti d'organo 2018 - Hedwig Bilgram

domenica 21 ottobre, ore 18
ALESSANDRIA, chiesa di S. Giovannino
ENSEMBLE BERLIN
musicisti dei Berliner Philarmoniker
HEDWIG BILGRAM, organo

Un grandissimo evento, del tutto inedito per la città di Alessandria come pure per la Stagione di Concerti sugli organi storici sostenuta da Compagnia di San Paolo e dalle Fondazioni CRT, SociAl, CRAL e Piemonte dal Vivo è in programma domenica 21 ottobre alle ore 18 nella centralissima chiesa di S. Giovannino fresca di restauro.

L’ ENSEMBLE BERLIN, costituito da musicisti dei Berliner Philarmoniker e da HEDWIG BILGRAM, storica organista e continuista di questa grande orchestra, si esibirà in un programma che alterna brani da camera a composizioni per organo solo.
Saranno utilizzati per questo motivo due organi:
lo storico “Mentasti” del 1890, anch’ esso appena restaurato dalla ditta “Brondino- Vegezzi Bossi”, ed un bellissimo strumento a cassone costruito da Walter Chinaglia di Cermenate, che sarà collocato sul pavimento per la musica d’insieme.

“Non possiamo che dirci soddisfatti quanto mai”, dicono gli Amici dell’ Organo, “ospitiamo per la prima volta il meglio possibile della qualità musicale all’interno della nostra Stagione. A memoria nostra nessun altro ciclo di concerti d’organo in Italia ha mai offerto al pubblico un appuntamento di così elevato livello, unito ad una grande varietà di repertorio.
Per questo ringraziamo sentitamente le Fondazioni che ci sostengono ed in particolare per questo evento la Fondazione SociAL, il Comune di Alessandria e la Confraternita del SS. Crocifisso che ci ospita in quella incantevole sede carica di storia e di arte che è la Chiesa di S. Giovannino, riportata al suo originario splendore per iniziativa della “Consulta per la Valorizzazione dei beni culturali dell’alessandrino”, presieduta dall’ing. Piergiacomo Guala”

Programma
Louis James Alfred Lefébure- Wély (1817 – 1869)
3 pezzi per organo

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)
Trio Sonate Nr.1 BWV 525 per oboe, viola e cello

Johan Halvorsen (1864 – 1935)
Pasacaglia per viola e violoncello

Georg Philipp Telemann (1681 – 1767)
Sonata in mi bemolle maggiore per oboe e organo obbligato

Nicolaus Bruhns (1665 – 1697)
Preludio in mi minore per organo

G. Silvestrini (1961)
3 studi dai 6 studi per oboe solo

Georg Philipp Telemann
Trio Sonate in do minore TWV 42:c5 per oboe, viola, cello e organo

L’Ensemble Berlin nasce nel 1999 per iniziativa dell’oboista Christoph Hartmann, oboe solista dei Berliner Philharmoniker, e di un gruppo di solisti della grande orchestra tedesca. Il debutto avviene in occasione del Landsberger Sommermusiken, un festival musicale estivo creato e diretto a tutt’oggi dagli stessi musicisti dell’ensemble e che ospita regolarmente alcune fra le migliori formazioni cameristiche tedesche ed europee.
Dopo il grande successo di pubblico e di critica fatto riscontrare al festival Landsberger Sommermusiken i musicisti della Filarmonica di Berlino hanno deciso di esibirsi come Ensemble Berlin anche al di fuori della loro rassegna. Così, dal 1999 ad oggi, l’ensemble ha effettuato numerosi concerti, esibendosi nei più importanti festival e sale da concerto d’Europa.
L’Ensemble Berlin è una formazione aperta e flessibile che può includere archi, fiati e talvolta il pianoforte, fino a contemplare numerose altre possibilità d’assieme strumentali, espressioni del vasto repertorio cameristico dal periodo classico in poi.
Il repertorio del gruppo, vista la duttilità e l’eccellenza tecnica dei musicisti, è quanto di più aperto si possa immaginare e prevede, oltre al repertorio cameristico classico e alla musica del periodo barocco, l’esecuzione di adattamenti musicali, pot-pourris strumentali, romanze da salotto, divertissements ottocenteschi su temi tratti dall’opera, ricongiungendosi direttamente, in questo modo, alla fiorente e ricca tradizione dell’opera da salotto affermatasi nel XIX secolo.
L’Ensemble Berlin ha inciso vari dischi: ricordiamo le efficaci trascrizioni di due grandi classici della storia della musica: una versione per nonetto dalla “Wandererphantasie” di Franz Schubert e una versione per quintetto di fiati del quartetto d’archi di Giuseppe Verdi (accolto calorosamente dalla critica); il cd EMI dedicato alla musica di Antonio Pasculli (Editor choice per la rivista Gramophone); le recenti trascrizioni di altri due capolavori, i Quadri d’una esposizione di Musorgsky e Le Tombeau de Couperin di Ravel (record of the week per la RBB Kultur).

Hedwig Bilgram è nata a Memmingen (Germania). Da giovanissima prese lezioni di pianoforte da Thilde Kraushaar, allieva di Schmid-Lindner.In seguto proseguì la sua formazione musicale all’ Università di Musica di Monaco di Baviera ove ha studiato pianoforte con Friedrich Wührer ed organo con Karl Richter.
Nel 1956 vinse il primo premio al Concorso delle Università della Germania e solo tre anni dopo il primo premio all’ “ International ARD Music Competition of the Federal Republic of Germany” a Monaco.
Per numerosi anni, sotto la direzione di Karl Richter, ha suonato il basso continuo nelle esecuzioni di Passioni, Cantate ed Oratori del “Munich Bach Choir and Bach Orchestra”. Dal 1961 Hedwig Bilgram insegna organo, e dal 1964 clavicembalo, all’Università di Musica a Monaco.
Nel 1971 a Norimberga, nel corso dell’ anno “ Albrecht Duerer”, Hedwig Bilgram ha avuto l’onore di suonare in prima esecuzione il Concerto per organo ed orchestra di Harald Genzmer.
La sua enorme esperienza concertistica, sia come solista che come musicista da camera, con artisti quali Paul Meisen, Maurice André, Jean-Pierre Rampal, ha portato Hedwig Bilgram in numerosi Paesi europei, in USA, Canada, Giappone e Russia.
Dal 1990 Hedwig Bilgram è membro del “Berlin Haydn Ensemble”, fondato da Hansjörg Schellenberger, che raccoglie molti membri della Berlin Philharmonic Orchestra. E’ spesso solista ospite del Bach Collegium Munich.
In tempi recenti Hedwig Bilgram ha volto il suo interesse verso lo “hammer piano”, sia come solista sia per Associazioni di musica da camera con diversi altri musicisti.

Concerto di Ensemble Berlin e Hedwig Bilgram – 21 ottobre 2018

Concerti d'organo 2018 - Ensemble BerlinConcerti d'organo 2018 - Hedwig Bilgram

domenica 21 ottobre, ore 18
ALESSANDRIA, chiesa di S. Giovannino
ENSEMBLE BERLIN
musicisti dei Berliner Philarmoniker
HEDWIG BILGRAM, organo

Un grandissimo evento, del tutto inedito per la città di Alessandria come pure per la Stagione di Concerti sugli organi storici sostenuta da Compagnia di San Paolo e dalle Fondazioni CRT, SociAl, CRAL e Piemonte dal Vivo è in programma domenica 21 ottobre alle ore 18 nella centralissima chiesa di S. Giovannino fresca di restauro.

L’ ENSEMBLE BERLIN, costituito da musicisti dei Berliner Philarmoniker e da HEDWIG BILGRAM, storica organista e continuista di questa grande orchestra, si esibirà in un programma che alterna brani da camera a composizioni per organo solo.
Saranno utilizzati per questo motivo due organi:
lo storico “Mentasti” del 1890, anch’ esso appena restaurato dalla ditta “Brondino- Vegezzi Bossi”, ed un bellissimo strumento a cassone costruito da Walter Chinaglia di Cermenate, che sarà collocato sul pavimento per la musica d’insieme.

“Non possiamo che dirci soddisfatti quanto mai”, dicono gli Amici dell’ Organo, “ospitiamo per la prima volta il meglio possibile della qualità musicale all’interno della nostra Stagione. A memoria nostra nessun altro ciclo di concerti d’organo in Italia ha mai offerto al pubblico un appuntamento di così elevato livello, unito ad una grande varietà di repertorio.
Per questo ringraziamo sentitamente le Fondazioni che ci sostengono ed in particolare per questo evento la Fondazione SociAL, il Comune di Alessandria e la Confraternita del SS. Crocifisso che ci ospita in quella incantevole sede carica di storia e di arte che è la Chiesa di S. Giovannino, riportata al suo originario splendore per iniziativa della “Consulta per la Valorizzazione dei beni culturali dell’alessandrino”, presieduta dall’ing. Piergiacomo Guala”

Continua la lettura di Concerto di Ensemble Berlin e Hedwig Bilgram – 21 ottobre 2018

Anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici – 25 maggio 2018

Anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici – 25 maggio 2018

“Anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici – 25 maggio 2018” è bloccato Anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici – 25 maggio 2018 “Anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici – 25 maggio 2018” è bloccato Anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici – 25 maggio 2018

Letizia Romiti

L’anteprima della XXXIX Stagione di concerti sugli organi storici della provincia di Alessandria si terrà venerdì 25 maggio alle ore 21 nella chiesa Madonna del Suffragio di Alessandria, in Corso IV Novembre, con il concerto inaugurale dei lavori di collocamento e di restauro dell’organo “Balbiani”, eseguiti dalla ditta “Brondino Vegezzi-Bossi” di Centallo.
Letizia Romiti eseguirà musiche di J.S. Bach, Domenico Puccini, Anonimo francese, Johannes Brahms e Clara Schumann.

L’organo, costruito nella seconda metà del novecento e proveniente dalla Val d’Aosta, ha due tastiere e pedaliera concavo-radiale, trasmissione meccanica per le tastiere, elettrica per i registri e per la pedaliera. Consta di 13 registri originali tranne un Violoncello ad ancia di nuova costruzione.

Pur nelle dimensioni non tanto estese la sapiente distribuzione fonica consente, con una scelta oculata, l’ esecuzione di molti brani dal Settecento ad oggi. Il programma è pensato per far sentire, oltre ai diversi registri, anche i diversi usi che di qualcuno di essi si possono fare, sia come basso al pedale, sia come voce solista, sia in amalgama con altri timbri.

​La Stagione comincerà come di consueto il 29 giugno a Castelnuovo Scrivia, e proseguirà con numerosi e diversi appuntamenti​ fino al 31 ottobre, con un grande concerto di chiusura nell’ Auditorium del Conservatorio di Alessandria.

​Vi aspettiamo numerosi!​

Concerto Elena e Letizia Romiti – 4 ottobre 2017

Concerti d'organo 2017 - Elena e Letizia Romiti

Il penultimo appuntamento della Stagione Internazionale di concerti degli Amici dell’ Organo si terrà mercoledì 4 ottobre alle ore 21 nella Sala Conferenze dell’ Associazione Cultura e Sviluppo ad Alessandria, piazza De André 76 in zona Orti.
Sarà di scena il duo Romiti, oboe ed organo positivo, che riproporrà il programma che avrebbe dovuto essere eseguito il 22 ottobre dello scorso anno, ma che per indisposizione dell’ organista fu sostituito, insieme al duo stesso, con una serie di brani per voce e basso continuo.
Per l’occasione verrà impiegato un pregevole organo positivo costruito da Walter Chinaglia di Cermenate, che alcune altre volte è stato utilizzato nella Stagione.
All’inizio del concerto lo stesso dottor Chinaglia illustrerà le caratteristiche dello strumento, la sua storia e le differenze rispetto ad un organo “normale”, di quelli cioè che siamo abituati a sentire nelle chiese.
Al termine ci sarà un momento conviviale ed un brindisi per salutare tutti coloro che ci hanno seguito negli appuntamenti di quest’anno, in attesa dell’ultimo concerto di sabato 7 a Bosco Marengo.
“Tra le numerose “new entries” che hanno contribuito a rinnovare il circuito delle “locations” dei nostri appuntamenti negli ultimi anni – dice Letizia Romiti coordinatrice della Rassegna – il salone dell’Associazione Cultura e Sviluppo è una fra le più gradite, sia perché ci consente di aumentare i concerti nel capoluogo, sia perché è fra l’altro la sede della Fondazione SociAl che vogliamo calorosamente ringraziare per averci di nuovo sostenuto, insieme alla Compagnia di San Paolo ed alle Fondazioni CRT, CRAL e Piemonte Dal Vivo”.
Si potranno ascoltare Sonate di Antonio Vivaldi, di Benedetto Marcello e di Giuseppe Sammartini inframezzati da altri brani per oboe e per organo solo.

Programma
B. Marcello (1686 – 1739)
Sonata in re minore op.2 n. 11 per oboe e basso continuo
(Adagio – Allegro – Largo – Allegro)

H. Purcell (1659 – 1695)
March
Trumpet Tune
Sefauchi’s Farewell
A new scott Tune
A new irish Tune

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Sonata in fa maggiore Rv 52 per oboe e basso continuo
(Siciliana – Allemande – Aria di Giga)

C. Besozzi (1744 – 1792)
Studio n° 8 in la maggiore – Moderato dai 28 Studi per oboe solo

J.K. Kerll (1627 – 1693)
Passacaglia

G. Sammartini (1695 – 1750)
Sonata in sol maggiore op. 13 n° 4
per oboe e basso continuo
(Andante – Allegro – Adagio – Minuetto)

Elena Romiti si è diplomata in oboe presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria sotto la guida di O. Zoboli ed in oboe barocco presso la scuola Civica di Musica di Milano.Si è poi laureata presso il DAMS di Brescia con una tesi sulla produzione di Robert Ashley e di Steve Reich., relatore Fabrizio Chirico.
Ha seguito seminari con O. Zoboli e R. Canter in diverse edizioni dei Corsi Internazionali di Perfezionamento “Tullio Macoggi” di Varenna (Co).
Svolge attività concertistica in duo con pianoforte, chitarra, organo e cembalo ed in formazioni cameristiche classiche e contemporanee, tra cui il “Carpinensemble” di cui è fondatrice. Come solista ha tenuto concerti in Italia, Spagna, Francia, Austria e Germania riportando lusinghieri consensi da parte della stampa. Col complesso da camera “Accademia dei Solinghi” di Torino, ha partecipato alla registrazione su compact disc della cantata di Johan Kuhnau “Uns ist ein Kind Geboren”.

Letizia Romiti, diplomata in organo e composizione organistica sotto la guida di Luigi Benedetti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, ha conseguito presso l’Università della stessa città, la laurea in Filosofia con una tesi sulle Messe organistiche di Gerolamo Cavazzoni, relatore Guglielmo Barblan. Si è poi diplomata in clavicembalo presso il Conservatorio di Musica di Brescia dove ha studiato con Fiorella Brancacci. Ha frequentato il corso di L. F. Tagliavini presso l’Accademia di Musica Antica Italiana per Organo a Pistoia e corsi di interpretazione tenuti da K. Gilbert e T. Koopman. Ha pubblicato il volume “Gli organi storici della città di Alessandria” ed ha tenuto concerti in tutta Europa e nell’ex Unione Sovietica, esibendosi in rassegne e sedi prestigiose. Ha effettuato incisioni discografiche su organi storici in Italia e all’estero. Ha tenuto masterclasses sulla musica antica italiana per organo ed è docente di organo e composizione organistica presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria

Concerto Elena e Letizia Romiti – 4 ottobre 2017

Concerti d'organo 2017 - Elena e Letizia Romiti

Il penultimo appuntamento della Stagione Internazionale di concerti degli Amici dell’ Organo si terrà mercoledì 4 ottobre alle ore 21 nella Sala Conferenze dell’ Associazione Cultura e Sviluppo ad Alessandria, piazza De André 76 in zona Orti.
Sarà di scena il duo Romiti, oboe ed organo positivo, che riproporrà il programma che avrebbe dovuto essere eseguito il 22 ottobre dello scorso anno, ma che per indisposizione dell’ organista fu sostituito, insieme al duo stesso, con una serie di brani per voce e basso continuo.
Per l’occasione verrà impiegato un pregevole organo positivo costruito da Walter Chinaglia di Cermenate, che alcune altre volte è stato utilizzato nella Stagione.
All’inizio del concerto lo stesso dottor Chinaglia illustrerà le caratteristiche dello strumento, la sua storia e le differenze rispetto ad un organo “normale”, di quelli cioè che siamo abituati a sentire nelle chiese.
Al termine ci sarà un momento conviviale ed un brindisi per salutare tutti coloro che ci hanno seguito negli appuntamenti di quest’anno, in attesa dell’ultimo concerto di sabato 7 a Bosco Marengo.
“Tra le numerose “new entries” che hanno contribuito a rinnovare il circuito delle “locations” dei nostri appuntamenti negli ultimi anni – dice Letizia Romiti coordinatrice della Rassegna – il salone dell’Associazione Cultura e Sviluppo è una fra le più gradite, sia perché ci consente di aumentare i concerti nel capoluogo, sia perché è fra l’altro la sede della Fondazione SociAl che vogliamo calorosamente ringraziare per averci di nuovo sostenuto, insieme alla Compagnia di San Paolo ed alle Fondazioni CRT, CRAL e Piemonte Dal Vivo”.
Si potranno ascoltare Sonate di Antonio Vivaldi, di Benedetto Marcello e di Giuseppe Sammartini inframezzati da altri brani per oboe e per organo solo.

Continua la lettura di Concerto Elena e Letizia Romiti – 4 ottobre 2017

Concerto Ernst Wally – 23 giugno 2017

Concerti d'organo 2017 - Ernst Wally

Il primo concerto della nuova Stagione si svolgerà venerdì 23 giugno alle ore 21 nella chiesa di San Giovanni Evangelista (AL)
e avrà come interprete Ernst Wally
all’organo

Si ringraziano Fondazioni CRT, CRAL e SOCIAL, il Conservatorio “Vivaldi” per la preziosa collaborazione che ci aiuta sempre a mantenere elevata l’offerta artistica.

Programma
Johann Sebastian Bach
(1685 – 1750)
Praeludium und Fuge in e-Moll BWV 548

Franz Liszt
(1811 – 1886)
Offertorium aus der Ungarischen Krönungsmesse

Rudolf Bibl
(1832 – 1902)
Sonate Nr. 1 für Orgel op. 74
I. Allegro moderato – II. Andante con moto – III. Adagio con energico – Moderato

Abendruhe aus Sieben Charakterstücke op. 87

Denis Bédard
(*1950)
Suite for organ
Prélude – Lamento – Toccata

Continua la lettura di Concerto Ernst Wally – 23 giugno 2017

After the italian manner (Alla maniera italiana). Lo stile italiano in Europa fra ‘600 e ‘700

Alessandro Carmignani – controtenore;
Donato Sansone – flauto dolce
Daniele Boccaccio – organo e cembalo

G. Frescobaldi (1583 – 1643)
Canzon detta La Bernardina

C. Monteverdi (1567 – 1643)
Lidia spina del mio core (da “Scherzi musicali”)

G. F. Händel (1685 – 1759)
Sonata per flauto dolce e basso continuo HWV 369
Larghetto – Allegro – Alla siciliana – Allegro

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Concerto in sol maggiore n. 3 op. 8 (da “L’estro armonico”)
Allegro – Largo – Allegro
(trascrizione in Fa maggiore per organo di J.S. Bach, BWV 978)

Intermezzo: The bird fancyer’s delight (1717)**

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Concerto in la minore n. 8 op. 3 (da “L’estro armonico”)
Allegro – Adagio – Allegro
(trascrizione per organo di J.S. Bach, BWV 593)*

J. Greber (inizio XVIII sec.)
Cantata “Fuori di sua Capanna”

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Cantata “All’ombra di sospetto” RV 687

*organo solo – **flauto solo

After the italian manner (Alla maniera italiana). Lo stile italiano in Europa fra ‘600 e ‘700 – 26 ottobre

Nell’ Auditorium del Conservatorio “Vivaldi” mercoledì 26 alle ore 17 si conclude la XXXVII Stagione Internazionale di concerti d’organo, con un appuntamento di altissimo livello ed anche di grande “appeal” per l’insolito organico: si esibiranno il controtenore Alessandro Carmignani,  Donato Sansone al flauto dolce e Daniele Boccaccio all’organo ed al cembalo, gli ultimi due docenti al conservatorio cittadino.

La collaborazione con il Vivaldi è ormai una delle tradizioni consolidate ed anche un elemento di prestigio per la nostra Rassegna . Non tutti gli anni possiamo allestire un concerto mettendo insieme l’Orchestra del Conservatorio ed uno dei nostri neodiplomati o laureati, per ovvi e comprensibili motivi. Ma il Conservatorio offre comunque infinite possibilità di scelta, dai bravissimi colleghi solisti alle formazioni più varie,  classiche ed anche insolite, attingendo quando necessario a musicisti esterni con i quali i docenti suonano abitualmente.

Nell’ accomiatarci in attesa del nuovo anno è assai sentito il ringraziamento che porgiamo a tutti voi che ci avete seguito ed incoraggiato, alle Fondazioni che ci sostengono, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, CRAL e SociAl, come pure a tutti i Parroci, ai Sindaci ed a tutti i diversi Enti che hanno ospitato i nostri appuntamenti o che in forme diverse hanno voluto collaborare con noi.

Continua la lettura di After the italian manner (Alla maniera italiana). Lo stile italiano in Europa fra ‘600 e ‘700 – 26 ottobre

Concerto di Elena Romiti e Letizia Romiti

Elena Romiti, oboe
Letizia Romiti, organo positivo

B. Marcello (1686 – 1739)
Sonata in re minore op.2 n. 11 per oboe e basso continuo (Adagio – Allegro – Largo – Allegro)

H. Purcell (1659 – 1695)
March
Trumpet Tune
Sefauchi’s Farewell
A new scott Tune
A new irish Tune

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Sonata in fa maggiore Rv 52 per oboe e basso continuo (Siciliana – Allemande – Aria di Giga)

C. Besozzi (1744 – 1792)
Studio n° 8 in la maggiore – Moderato dai 28 Studi per oboe solo

J.K. Kerll (1627 – 1693)
Passacaglia

G. Sammartini (1695 – 1750)
Sonata in sol maggiore op. 13 n° 4 per oboe e basso continuo
(Andante – Allegro – Adagio – Minuetto)