Archivi categoria: Musica e Sacro

La Musica e il sacro 2024 – Antonio Polselli, 12 maggio 2024

La Musica e il sacro 2024 – Antonio Polselli, 12 maggio 2024

Prosegue ad Alessandria,a Tortona  ed a Novi Ligure “La Musica e il Sacro” , manifestazione tradizionalmente organizzata dagli Amici dell’Organo come appendice alla Stagione di concerti sugli organi storici, in collaborazione con il Conservatorio “A. Vivaldi” ed affidata ad allievi ed ex allievi dell’Istituto, in qualche caso anche ad artisti ospiti.

Nel Santuario Madonna della Guardia a Tortona domenica 12 maggio alle 18 l‘organista Antonio Polselli, titolare dell’organo “Bianchi” della chiesa parrocchiale di Mandrogne, farà ascoltare nel corso della messa musiche di Severino Gastorius, Renato Mojoli e Domenico Zipoli.
“La Musica e il Sacro”, come tutte le altre attività degli Amici dell’organo, è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria cui vanno una volta di più i ringraziamenti degli organizzatori per il supporto alla missione di fare conoscere quanto più possibile l’organo ed il suo vastissimo repertorio, che trova nelle
Messe e nei Vespri un’occasione non meno importante che nei concerti per attirare ed incuriosire i presenti.

programma Musica e Sacro 2024

La Musica e il sacro 2024 – doppio appuntamento 5 maggio 2024

La Musica e il sacro 2024 – doppio appuntamento 5 maggio 2024

La Musica e il sacro 2024 - doppio appuntamento 5 maggio 2024

Doppio appuntamento domenica 5 maggio con la rassegna “La Musica e il Sacro”, organizzata dagli Amici dell’Organo e sostenuta dalla Fondazione CRAL.
Alle ore 17 nella chiesa del Carmine ad Alessandria Elia Fumagalli, allievo della classe di Organo del prof.Daniele Boccaccio, eseguirà di Antonio Vivaldi il Concerto in la minore BWV 593 nella trascrizione di J.S. Bach, proseguendo con “Offertoire” di J. F. Dandrieu per finire con la Ciaccona in e moll BuxWV 160 di Dietrich Buxtehude.
Seguirà la conferenza di don Stefano Tessagia dal titolo “Se peccammo deh perdona”: Alessandria e la Vergine Maria fra storia, arte e devozione.

La mattina stessa alle 10 ci sarà invece nella chiesa parrocchiale di San Felice ad Oviglio una Messa accompagnata da Franco Taulino al flauto ed al fagotto e Daniela Scavio all’ organo. Eseguiranno nell’ordine:
B. Marcello (1686-1739)
Allegro ( dalla sonata in mi minore per fagotto e organo)

J. Haydn (1732-1809)
Minuetto (dalla sonata in sol maggiore per fagotto e organo)

J. S. Bach (1685-1750)
Siciliana (dalla sonata Bwv 1031 per flauto e organo)

terminando con il celeberrimo corale “ Jesus Bleibet Meine Freude “ Bwv 147 di Johann Sebastian Bach adattato per fagotto e organo.

Franco Taulino,  nato a Torino nel 1956, si è diplomato in fagotto presso il Conservatorio “ G. Verdi” di Torino sotto la guida del M° Giovanni Graglia.
Svolge attività concertistica e collabora con diverse formazioni musicali, sia nell’ambito classico che moderno.
Collabora con famosi musicisti quali Ian Paice (Deep Purple), Ian Anderson (Jethro Tull), Vittorio Nocenzi e Francesco Di Giacomo (Banci del Mutuo Soccorso), Tullio De Piscopo e diverse formazioni orchestrali classiche come la Polifonica Seravallese, Trio Petit Ensemble (flauto, clavicembalo e fagotto), musica barocca e rinascimentale.
Insegna fagotto presso il Liceo Musicale Saluzzo Plana di Alessandria.

Daniela Scavio, diplomata in Pianoforte, Organo e Composizione Organistica, consegue il Biennio di II livello in Organo concertistico con il massimo dei voti presso Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria sotto la guida della prof.ssa Letizia Romiti. Consegue inoltre la Laurea in Musicoterapia e partecipa a stage e festival pedagogici sulle problematiche “Dsa e musica”.
Svolge intensa attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera. Collabora con diverse Associazioni culturali, quali Amici dell’Organo, Regione Piemonte, Regione Liguria, Emilia Romagna, Lombardia, Valle D’Aosta e Conservatorio di Alessandria.
È autrice di musiche originali per Parchi Natura, Regione Liguria e Piemonte. Ha partecipato in qualità di assistente di produzione e di organista aggiunto alla produzione discografica Opere Sacre del compositore Pellegrino Santucci, pubblicato nel 2017 dall’etichetta discografica Tactus di Bologna (TC.921980)
E’ docente di pianoforte al Liceo Musicale Saluzzo Plana di Alessandria e di Organo e Grammatiche Musicali, laboratorio per adulti, del Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria.

programma Musica e Sacro 2024

La Musica e il sacro 2024 – Andrea Verrando, 7 aprile 2024

La Musica e il sacro 2024 – Andrea Verrando, 7 aprile 2024

La Musica e il sacro 2024 - Andrea Verrando, 7 aprile 2024

La rassegna “La Musica e il Sacro”, organizzata dall’Associazione Amici dell’Organo e sostenuta dalla Fondazione CRAL, domenica 7 aprile alle 17 si esibirà nella chiesa del Carmine ad Alessandria l’organista Andrea Verrando, titolare del grande organo della Cattedrale di Ventimiglia nonché laureando al biennio superiore di Organo presso il Conservatorio di Alessandria, nella classe del M° Daniele Boccaccio.

All’organo “Lingiardi – Marin” Verrando eseguirà l’Adagio dalla Terza Sonata Op. 56 di Alexandre Guilmant, nonché il secondo Corale in si minore di César Franck, una delle pietre miliari della musica organistica romantica francese.

L’esecuzione sarà seguita da una breve conferenza di Letizia Romiti dal titolo “Gli organi storici di Alessandria”.

L’ingresso è libero e gratuito

programma Musica e Sacro 2024

La Musica e il sacro 2024 – programma dei concerti

La Musica e il sacro 2024 – programma dei concerti

Prende il via il 17 marzo 2024 alle ore 17 nella chiesa del Carmine ad Alessandria, e in contemporanea al Santuario Madonna della Guardia a Tortona, la rassegna “La Musica e il Sacro”, manifestazione tradizionalmente organizzata dagli Amici dell’Organo come appendice alla Stagione di concerti sugli organi storici, in collaborazione con il Conservatorio “A. Vivaldi” ed affidata ad allievi ed ex allievi dell’Istituto, ed in qualche caso anche ad artisti ospiti.
Le chiese interessate saranno quella del Carmine in via dei Guasco ad Alessandria, la Basilica della Maddalena a Novi Ligure ed appunto, per la prima volta, il Santuario Mariano di Tortona, con una puntata come di consueto nella Parrocchiale di Oviglio domenica 5 maggio 2024 alle ore 10.
L’edizione di quest’anno si apre con numerose novità: mentre alla Maddalena come ad Oviglio ed a Tortona gli interventi organistici durante la liturgia si svolgeranno in forma tradizionale, ad Alessandria la domenica pomeriggio si potrà invece ascoltare un breve concerto a cura degli allievi di Organo del Conservatorio “A. Vivaldi” della classe del prof. Daniele Boccaccio. Ogni evento, svincolato dalla liturgia, sarà preceduto o seguito da alcune brevi conferenze a cura del prof. Luciano Orsini, direttore dell’Ufficio peri Beni Culturali Ecclesiastici, di don Stefano Tessaglia e di Letizia Romiti. Al termine dell’ultimo appuntamento verrà effettuata una visita guidata all’organo “Lingiardi – Marin” della chiesa del Carmine, a cura di Emanuele Colosetti e di Letizia Romiti.

A Novi Ligure l’appuntamento come sempre coinciderà con l’inizio della messa, alle 17.30 con l’ora solare ed alle 18 con il passaggio all’ora legale.
Domenica 17 marzo 2024 la Rassegna sarà inaugurata da Stefano Occhipinti con brani di Walther e di Bach. Il mese successivo sarà poi la volta di Andrea Verrando, iscritto al Biennio Superiore di Organo.

A Tortona sempre domenica 17 marzo 2024 saranno invece Giusy Polito al flauto e Daniela Scavio all’organo a dare il via alle Messe “cum Organo” con brani di Bach, Franck e Chaikowskij.
A Novi Ligure si partirà invece il 23 marzo 2024 sempre con Daniela Scavio e Giusy Polito con brani di Bach e di Benedetto Marcello.

“La Musica e il Sacro”, come tutte le altre attività degli Amici dell’Organo, è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria cui vanno una volta di più i ringraziamenti degli Amici dell’Organo per il supporto alla missione di fare conoscere quanto più possibile l’organo ed il suo vastissimo repertorio, che trova nelle Messe e nei Vespri un’occasione non meno importante dei concerti per attirare ed incuriosire i presenti.

Un particolare ringraziamento va al parroco del Carmine don Giampaolo Orsini, al Priore della Confraternita della Maddalena Paolo Reppetti ed al Rettore del Santuario Madonna della Guardia mons. Enzo Vanoi.

programma Musica e Sacro 2024

La Musica e il Sacro 2023 – concerti del 27 maggio 2023 e 3 giugno 2023

La Musica e il Sacro 2023 – concerti del 27 maggio 2023 e 3 giugno 2023

Prosegue ad Alessandria ed a Novi Ligure “La Musica e il Sacro”, manifestazione tradizionalmente organizzata dagli Amici dell’Organo come appendice alla Stagione di concerti sugli organi storici, in collaborazione con il Conservatorio “A. Vivaldi” ed affidata ad allievi ed ex allievi dell’Istituto, come pure in qualche caso ad artisti ospiti.Nella Basilica della Maddalena a Novi sabato 27 maggio alle ore 18 la liturgia vedrà la partecipazione dell’organista Antonio Polselli, il quale eseguirà brani di Johann Rudolph. Ahle, di Benedetto Marcello e di Frescobaldi.
Ahle, compositore davvero poco conosciuto ed eseguito, almeno in Italia, rappresenta veramente una curiosità. Nato in Turingia, studiò letteratura, teologia e musica inizialmente nella sua città natale poi a Gottinga e ad Erfurt.
Nel 1654 era organista della chiesa di S. Biagio, in Mühlhausen. Ma non minore della stima che egli godé come musicista dovette essere la considerazione per le sue qualità morali e politiche, se nel 1673 fu eletto borgomastro della sua città. Un completo elenco delle numerosissime composizioni di J.R. Ahle si può leggere nel quinto volume dei Denkmäler Deutscher Tonkunst, nel qual volume si trova anche una scelta delle composizioni stesse fatta da Joh. Wolf. L’Autore scrisse musica strumentale (sonate da camera a più strumenti), musiche corali (mottetti a più voci con basso continuo), concerti sacri (sino a 20 voci, con strumenti). Ma la sua opera più importante è costituita dalle moltissime melodie corali scritte nello stile del corale tedesco; melodie che furono per lungo tempo popolari in Turingia, e delle quali taluna rimane tuttora nel repertorio dei canti chiesastici protestanti.
È noto anche per i chiari lavori teorico-didattici che ci ha lasciato.

Nella chiesa del Carmine in via dei Guasco ad Alessandria si potrà invece ascoltare sabato 3 giugno il maestro Andrea Verrando, organista della Cattedrale di Ventimiglia e neolaureato del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria. In programma l’intera “Suite Gothique” di Leon Boellmann, nei tempi Introduction, Choral, Menuet Gothique, Prière a Notre Dame, Toccata.
La piccola Rassegna si concluderà a Novi Ligure sabato 24 giugno, sempre nella Basilica della Maddalena, con l’organista Letizia Romiti e con musiche di Andrea Gabrieli e di Gerolamo Frescobaldi.

“La Musica e il Sacro”, come tutte le altre attività degli Amici dell’organo, è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria cui vanno una volta di più i ringraziamenti degli organizzatori per il supporto alla missione di fare conoscere quanto più possibile l’organo ed il suo vastissimo repertorio, che trova nelle Messe e nei Vespri un’occasione non meno importante che nei concerti per attirare ed incuriosire i presenti.

La Musica e il Sacro 2023 – concerti del 29 aprile 2023 e del 6 e 7 maggio 2023

La Musica e il Sacro 2023 – concerti del 29 aprile 2023 e del 6 e 7 maggio 2023

Prosegue ad Alessandria ed a Novi Ligure “La Musica e il Sacro” , manifestazione tradizionalmente organizzata dagli Amici dell’Organo come appendice alla Stagione di concerti sugli organi storici, in collaborazione con il Conservatorio “A. Vivaldi” ed affidata ad allievi ed ex allievi dell’Istituto, in qualche caso anche ad artisti ospiti.

Nella Basilica della Maddalena a Novi sabato 29 aprile alle ore 18 la liturgia vedrà la partecipazione del Maestro Andrea Verrando, organista della Cattedrale di Ventimiglia e neolaureato del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria ove prosegue gli studi per il biennio superiore di Organo.Verrando eseguirà brani di Luzzaschi, Haendel, Anonimo e Pescetti.
Nella chiesa del Carmine in via dei Guasco ad Alessandria si potrà invece ascoltare sabato 6 maggio alle 17.30 l’insolito duo organistico formato dai maestri Daniela Scavio e Daniele Guidobono, che si esibiscono insieme per la prima volta. Il programma prevede brani per organo a quattro mani di Bach, Haendel e Adolf Hesse.
La messa sarà poi accompagnata da Giovanni Oliveri.
La Rassegna prevede anche una puntata “fuori Porta” nella Parrocchiale di Oviglio domenica 7 maggio alle ore 10.
L’ organista Antonio Polselli farà ascoltare in questa occasione musiche di Frescobaldi e di Rinck.
“La Musica e il Sacro”, come tutte le altre attività degli Amici dell’organo, è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria cui vanno una volta di più i ringraziamenti degli organizzatori per il supporto alla missione di fare conoscere quanto più possibile l’organo ed il suo vastissimo repertorio, che trova nelle
Messe e nei Vespri un’occasione non meno importante che nei concerti per attirare ed incuriosire i presenti.

 

La Musica e il Sacro 2023 – concerti del 25 marzo 2023 e del 1 aprile 2023

La Musica e il Sacro 2023 – concerti del 25 marzo 2023 e del 1 aprile 2023

 

Con il mese di marzo ricomincia “La Musica e il Sacro”, manifestazione tradizionalmente organizzata dagli Amici dell’Organo come appendice alla Stagione di concerti sugli organi storici, in collaborazione con il Conservatorio “A. Vivaldi” ed affidata ad allievi ed ex allievi dell’Istituto, ed in qualche caso ad artisti ospiti.

A Novi Ligure si partirà il 25 marzo alle ore 17.30 nell’Oratorio della Maddalena, con Daniela Scavio al settecentesco organo “Poncini”. Si potranno ascoltare brani di Haendel (la famosa Sarabanda in re minore) e di Baldassarre Galuppi (Andante in re minore, Largo in Fa maggiore ed Allegro in Re minore).

Sabato 1 aprile nella chiesa del Carmine di Alessandria  si esibirà invece sempre alle 17.30 Emanuele Colosetti, laureando in Organo al Conservatorio “A. Vivaldi”. Proporrà l’intera “Sonata Seconda” di Felix Mendelssohn ed il “Te Deum” op.59 di Max Reger.

L’edizione di quest’anno si apre con un’importante novità: mentre alla Maddalena come ad Oviglio gli interventi organistici durante la liturgia si svolgeranno in forma tradizionale, in città  mezz’ora prima della messa i musicisti di turno eseguiranno di seguito una serie di brani animando poi, salvo eccezioni, anche il culto, con una formula che di fatto costituisce un ” Vespro d’organo”.
Nella chiesa del Carmine il primo sabato del mese da marzo a giugno si comincerà quindi alle 17.30, mentre a Novi Ligure l’appuntamento come sempre coinciderà con l’inizio della messa, alle 17.30 con l’ora solare ed alle 18 con il passaggio all’ora legale.

“La Musica e il Sacro”, come tutte le altre attività degli Amici dell’organo, è sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria cui vanno una volta di più i ringraziamenti degli organizzatori per il supporto alla missione di fare conoscere quanto più possibile l’organo ed il suo vastissimo repertorio, che trova nelle Messe e nei Vespri un’occasione non meno importante che nei concerti per attirare ed incuriosire i presenti. “Oggi non è più una cosa scontata avere la presenza di un organo a commento del culto, specialmente se ben restaurato o almeno adeguatamente mantenuto” – dice Letizia Romiti curatrice della piccola rassegna – per cui un titolo di merito va al parroco del Carmine don Giampaolo Orsini, al Priore della Confraternita della Maddalena Paolo Reppetti come pure al Priore emerito Mario Ristagno.

Messe cum Organo a Novi Ligure

Messe cum Organo a Novi Ligure

Messe cum Organo a Novi Ligure

Ultimo appuntamento con le messe “cum Organo”, rassegna organizzata dagli Amici dell’Organo con il sostegno della Fondazione CRAL.
Sabato 25 giugno alle 18 nella Basilica della Maddalena a Novi Ligure l’organista Fabrizio Miglietta  farà ascoltare un programma molto accattivante costituito tutto di brani di G. F.  Haendel

Ingresso: G.F. Händel (1685 – 1759): Larghetto in FA Maggiore (trascrizione dalla
Sonata per flauto Hwv 293)
Offertorio: G.F. Händel : Andante in SOL Maggiore
Communio: G.F. Händel: Sarabanda in SIb Maggiore (dalla Suite Hwv 440)
Uscita: G.F. Händel: Corteggio in DO Maggiore (trascrizione dalla Cantata Hwv 99)

Domenica 26 giugno verrà invece recuperata la Messa che il 5 giugno scorso non aveva potuto essere realizzata per cause di forza maggiore.
Il Maestro ANDREA VERRANDO,organista titolare dell’organo “Carrara” della Cattedrale di Ventimiglia nonché neolaureato del Conservatorio di Alessandria proporrà invece brani di  J. S. Bach (1685 – 1750) – Preludium in a BWV 543,  D. Bedard (1950) – Meditation sur “Salve Regina”,  D. Buxtehude (1637 – 1707) – Corale “Komm, heiliger Geist, Herre Gott” BuxVW 199 e di : C. M.Widor (1844 – 1937): Toccata in Fa.

Messe cum Organo a Valenza ed Alessandria

Messe cum Organo a Valenza ed Alessandria

Si concludono con il mese di giugno le messe “cum Organo”organizzate nell’ambito della rassegna “La Musica e il Sacro”. Sabato 4 giugno alle 18.30  LETIZIA ROMITI all’organo Serassi del Duomo di Valenza farà ascoltare una scelta di brani di autori diversi tutti basati sul tema della Pentecoste:  “Komm Heiliger Geist” Bwv 651a di  J.S. Bach (1685 – 1750),   “Komm, Heiliger Geist” di J. Pachelbel (1653 – 1706), Hymnus “Veni Creator Spiritus” di  G. Cavazzoni (ca. 1525 – post 1577) e per finire l’ Improvisation “Feria Pentecostes” di  C. Saint-Saens (1835 – 1921).

Domenica 5 giugno nella chiesa del Carmine ad Alessandria  ANDREA VERRANDO, organista titolare dell’organo “Carrara” della Cattedrale di Ventimiglia nonché neolaureato del Conservatorio di Alessandria proporrà invece brani di  J. S. Bach (1685 – 1750) – Preludium in a BWV 543,  D. Bedard (1950) – Meditation sur “Salve Regina”,  D. Buxtehude (1637 – 1707) – Corale “Komm, heiliger Geist, Herre Gott” BuxVW 199 e di : C. M.Widor (1844 – 1937): Toccata in Fa.

La rassegna è stata allestita dagli Amici dell’Organo con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

L’iniziativa si avvale dell’organizzazione degli Amici dell’Organo e del sostegno della Fondazione CRAL.